Windows 7: da gennaio 2020 non sarà più supportato da Microsoft. Cosa fare?

Il prossimo 14 gennaio 2020 sarà la data di addio al supporto da parte di Microsoft per Windows 7. Una data importante per tutti coloro che ancora posseggono un PC con questa versione di sistema operativo e soprattutto per tutte le macchine professionali che ancora non sono state aggiornate.

A questo punto gli utenti dovranno armarsi di pazienza e dovranno comportarsi in modo tale da evitare la fine del supporto. Come? La scelta è quella chiaramente di aggiornare il proprio strumento di lavoro o di intrattenimento alla nuova versione di Windows. Windows 7 continuerà chiaramente a funzionare senza alcuna problematica ma, Microsoft, non rilascerà più alcun tipo di aggiornamento nemmeno quelli di sicurezza e questo significa che gli utenti saranno alla mercé degli hacker o di altri sistemi di infiltrazione del genere.

La soluzione a tale problematica è chiaramente quella di aggiornare i propri strumenti all’ultimo Windows 10, che oltretutto possiede nuove tipologie di sicurezza e copertura nei confronti dei malware o altri tipi di virus dell’ultimo momento. Cosa fare? Il consiglio è allora quello di creare un’immagine del sistema con l’intera configurazione di Windows 7, la struttura del disco o dell’unità SSD e i dati memorizzati salvandola quindi su di una cartella condivisa in rete locale.

A questo punto utilizzando l‘Assistente aggiornamento Windows 10 si potrà aggiornare la macchina a Windows 10 anche a costo zero senza neppure la necessità di introdurre manualmente alcun Product Key. Sebbene l’offerta di aggiornamento gratuito a Windows 10 (a partire da copie di Windows 7 e Windows 8.1 installate con una regolare licenza) sia terminata dopo un anno dalla data di lancio della prima versione di Windows 10, è ancora possibile passare alla più recente versione del sistema operativo a costo zero tramite il programma Insider. I file relativi a Windows 7, dopo l’aggiornamento a Windows 10 con l’Assistente aggiornamento Windows 10 o con l’utilità Media Creation Tool (entrambi scaricabili da questa pagina), vengono conservati nella cartella \Windows.old.

 

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.